IN MEMORIAM

Dieci anni fa, il 14/04/2004, è deceduto il Dr. Oscar Mischiati, uno dei massimi rappresentanti della musicologia, dell'organologia e dell'Orgelbewegung1 italiani.

Foto di Oscar Mischiati Abbiamo avuto modo di conoscerlo e di apprezzare personalmente la sua cultura, la sua schiettezza e la sua grande disponibilità.
E' stato un maestro per tutti noi che, seguendolo su polverose cantorie, abbiamo imparato da lui a conoscere e classificare l'organo italiano antico in tutte le sue variazioni e sfaccettature.
Ma non ci ha fatto dono solo della sua cultura e della sua esperienza, ci ha fatto dono anche di molte sue pubblicazioni, che sono state e continueranno ad essere, per noi, un costante punto di riferimento...

Quando l'Associazione Marchigiana Organistica di Pesaro intraprese la catalogazione del patrimonio regionale di organi antichi, egli non esitò a portare il suo vasto bagaglio di conoscenze per contribuire alla realizzazione di quella che, agli inizi, poteva sembrare solo un'utopia... durante i vari stati di avanzamento del lavoro non ha fatto mai mancare la sua presenza nè la sua supervisione; intervistato in una trasmissione radiofonica su Radio 3, citò addirittura la pionieristica esperienza marchigiana come esempio da seguire... da ultimo, nel luglio 2001, non si fece pregare per intervenire alla conferenza di conclusione dei lavori, mettendo simbolicamente il suo suggello a quest'esperienza che, seppure da perfezionare in alcuni dettagli, può definirsi unica nel suo genere.

Per quanti vogliono approfondire la sua biografia

_______________
1 Movimento di opinione nato in Germania intorno agli anni Venti-Trenta del Novecento che, dagli anni Cinquanta in poi, si è diffuso anche in Italia: esso intende ripristinare o recuperare senza compromessi le caratteristiche strutturali e sonore degli organi antichi e promuove, quindi, la pratica del restauro storico-filologico.